Cremazioni

La pratica di cremazione prevede una combustione della salma a temperature intorno ai 1000° (o poco inferiori) in appositi forni per fiamma diretta o indirettamente per arroventamento delle pareti del forno mediante bruciatori a gas o resistenze elettriche. La combustione è assicurata dall’ossigeno immesso negl’impianti crematori da sistemi di ventilazione.

Terminato il processo combustivo, i resti raccolti, setacciati tramite vibrazioni, e separati da metalli (quelli del feretro ed eventuali protesi) mediante calamite, vengono depositate ermeticamente in un’urna cineraria e consegnata ai parenti.

In Italia la normativa vigente autorizza la dispersione delle ceneri in natura, l’affidamento ai familiari e che le stesse possano essere custodite in luoghi cimiteriali in loculi cinerari oppure inumate.

Chiunque desideri essere sottoposto a cremazione può far rispettare tale volonta per disposizione testamentaria; in mancaza di detta dispozisione, la cremazione può essere eseguita esclusivamente per maggioranza assoluta dei parenti più stretti.

In caso di minori la pratica crematoria può essre autorizzata da chi esercitava in vita la patria potestà, mentre per gli stranieri occorre l’autorizzazione del rappresentante diplomatico dello Stao di appartenenza del defunto.

A Roma Le operazioni di cremazione avvengono presso l’impianto del Cimitero Flaminio.

SERVIZI FUNEBRI ROMA